ALESSANDRA CALò

Sperimentare un nuovo linguaggio attraverso la fotografia, rielaborare materiali per un recupero memoriale, scavare nel passato per tentare un dialogo col presente, un tempo in cui tutti hanno la possibilità di esistere nella forma di esseri senzienti, fantasmi o prefigurazioni.

  • - Vedi, noi non amiamo come i fiori, per un unico anno; quando amiamo, a noi, per le braccia sale immemorabile linfa. Amammo l’intero silenzioso paesaggio disteso sotto l’annuvolato o limpido destino - Rainer Maria Rilke

  • - Sembrava che dalle mani della fanciulla sbocciasse un fiore purpureo. E si sarebbe detto che mille gru piccole e bianche si levassero in volo attorno a lei - Yasunari Kawabata

  • - Nel mio negativo sarò per sempre tutte le cose che non sono stata. Te ne ricorderai? - Irene Russo

  • - Vorrei che tu venissi da me in una sera d’inverno e, stretti insieme dietro i vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme senza saperlo. - Dino Buzzati

  • - In seguito capì che ogni attesa giunge prima o poi a termine e che i risultati sono spesso normali, casuali, naturali. - Mo Yan